top of page
  • Immagine del redattoreDVS Int. Marketing

Dietro le quinte dell'agenzia di marketing online: Il nostro più grande fallimento collaborativo

Questa volta ti vogliamo raccontare di noi: cosa sta dietro alle quinte di un'agenzia di marketing online come la DVS International Marketing e a che cosa andiamo incontro?


Sicuramente, ti rivedrai, magari, nelle dinamiche della tua azienda, sapendo come funzionano anche per te più o meno nello stesso modo.


L'obiettivo di questo articolo è trarre spunto dalle situazioni difficili, fastidiose, impossibili, insuperabili.... insomma cosa significa fare impresa per la DVS International Marketing.



Anzi, mi sgancio come DVS Int. e ti scrivo come Davide, il titolare, per il semplice fatto che questa vicenda che ti sto per raccontare come il più grande fallimento collaborativo è successa prima che iniziassi ad avere altri collaboratori.


Vedi non troppo tempo fa, un paio d'anni quasi, ho intrapreso la coraggiosa strada del creare l'agenzia di marketing online che oggi vedi in piedi.


Nel mezzo del cammin di nostra agenzia, ovviamente ci sono stati degli intoppi e delle grosse sberle da parte del mercato e delle persone.


Che ripeto, onestamente, menomale che ci siano state: la cosiddetta esperienza di vita che ti fa capire se sei dentro o sei fuori dai giochi. E sicuramente ti sarà capitato anche te, molto spesso, avendo un'azienda nel settore edile.


I primi clienti, ovviamente, li ho trovati andandomi a proporre come marketer, colui che porta i clienti sul serio alle aziende con cui collabora, in aziende medie. Che al tempo pensavo fossero grosse, ma poi mi sono ovviamente ricreduto, ma è un'altra storia.


Trovo l'azienda perfetta per il servizio che volevo offrire, che è molto simile a quello di adesso.


"azienda perfetta" :

  1. Un disastro online: sito inefficiente e inutile. Pagine social con visibilità, ma non facevano leva, come spesso succede anche ora per carità, sull'acquisizione, ma sull'immagine aziendale.

  2. Fatturato abbastanza alto, ma margini come al solito intorno al 10%, circa 7.5 milioni di euro all'anno.

  3. Nella disperazione più totale perché l'agenzia con cui collaborava, e sono fermamente convinto che ci collaborino tutt'ora (?), non gli ha portato NESSUN risultato da anni.


Questi sono i 3 motivi principali per cui hanno accettato all'epoca di parlare con me.


Fissiamo l'appuntamento, mi ricordo ancora d'estate, alle 15.00 in punto.

Io mi preparo e mi reco, con 35 gradi all'ombra, in completo, in azienda e...

(uno dei motivi per cui non mi reco più in azienda da nessuno è questa vicenda tra l'altro)


Aperto il vaso di pandora.


L'appuntamento parte con il "vediamoci per la proposta" e finisce con 2 ore e mezza di consulenza pesante per il completo disastro, non solo online, ma proprio di impostazione del progetto di espansione online.


Ed è solo la punta dell'iceberg.


"Ti dirò, la migliore consulenza che io potessi fare, al miglior prospect che potessi trovare." Pensai.


Infatti, ero estremamente soddisfatto della performance, ma soprattutto del feedback.

Mi hanno trattato come se gli avessi già salvato la vita.


"Davide, menomale che abbiamo fatto questa chiacchierata e ti ringraziamo"

- c'era il titolare e il responsabile commerciale. -

"Perché abbiamo proprio bisogno di uno come te per gestire tutto quello di cui abbiamo parlato e per mettere rimediare agli errori fatti finora"

Tant'è che fatta la proposta di collaborazione ci siamo accordati per €36.500 per la collaborazione per 12 mesi di lavoro, in cui dovevo includere anche altri collaboratori per situazioni che non mi competevano, eccetera, eccetera... inizia il delirio, ho pensato.


Un lavoro enorme, ma io ero contento per aver chiuso il mio primo cliente "grosso" e che avevo già aiutato prima ancora di cominciare.


Ma... quindi dove sta il fallimento?


Ci arriviamo.



Imposto il contratto con uno studio legale, non gratis ovviamente. Lo spedisco e attendo firma e conferma dell'inizio della collaborazione.


" Davide, perfetto guarda massimo Lunedì prossimo ti invio tutto e " - paroline famose - " partiamo il prima possibile "

Non c'è molto da raccontare ancora tranquillo.


Praticamente nei 6 mesi successivi, dopo che avevo preparato tutto il materiale, chiamato collaboratori esterni per impostare il lavoro, organizzatomi con gli altri clienti, ecc... ho chiamato il titolare, o in azienda il responsabile commerciale, una volta a settimana per sentirmi dire ogni singola volta:


"Si, Davide, scusa se non ti abbiamo ancora firmato e mandato il materiale, richiamami lunedì prossimo e partiamo"

Al sesto mese mi sono stufato, anche perchè avevo già trovato altri clienti molto più educati e soprattutto che valorizzano il mio tempo, giustamente.


Li ho chiamati e gli ho detto, fieramente e con voce stentorea, queste parole: " L'offerta che vi ho fatto non vale più, se vogliamo collaborare il costo raddoppia a €72.500, tutti da anticipare. Vi può andare bene lo stesso? ". La risposta te la puoi immaginare.


Ecco, da tutto questo ho tratto grandi, grandissimi insegnamenti, che tutti prima o poi devono imparare:


  1. Concedere il mio tempo solamente a chi se lo merita e lo valorizza. Pagando. Non sono, ad oggi, una ONLUS.

  2. Come scremare, quantomeno in meno di 6 mesi di fatica, questi soggetti.

  3. Non andare mai ad appuntamenti di questo tipo di persona.

  4. I clienti perditempo esistono, sono una piaga, ma fanno parte del gioco. Nessuno li vuole tra i piedi.

  5. I clienti con cui scelgo minuziosamente di lavorare devono corrispondere al mio ideale di cliente, nel senso che devono essere educati abbastanza da non prendermi per il c...

  6. Più grande è il progetto, più grandi sono le promesse e più impegno ci metto, più grande è la stangata nei denti, se non si conclude. Ovviamente.

  7. Il 75% del mio tempo investito nel modo giusto, farà si che solo il 25% del restante tempo sia profittevole come insegnamento e come profitto aziendale.

  8. I clienti dicono che hanno capito, ma non hanno capito, il più delle volte. "Non investi, spendi, in quello che non conosci".


E altre lezioni importanti che oggi come oggi sono i principi e le fondamenta del Metodo DVS e della DVS International Marketing.


Come hai letto siamo sulla stessa lunghezza d'onda.


La maggior parte dei nostri clienti o potenziali clienti vuole portarsi a casa 3 vittorie collaborando con noi:


  1. Evitare di perdere tempo con i clienti che non vogliono pagare.

  2. Acquisire, il più possibile, solo clienti di un certo calibro.

  3. Avere un sistema di acquisizione efficace e metodicamente impostato.


Anzi direi che l'unico trofeo è ottimizzare il loro tempo, così che possano, magari proprio come te e come me, dedicarsi alle attività che davvero contano.








Comments


bottom of page